Libretto

Libretto

traccia n.0

Primordiale

Corpo

Anima

Segno

‘Nulla cambia con gli anni, il corpo rimane lo stesso e la persona che fa un tatuaggio oggi si avvicina ai suoi antenati. ’ Così afferma Natalia Polosmak la ricercatrice a cui si deve il ritrovamento del corpo mummificato della principessa Ukok, sepolta 2.500 anni fa sulle montagne di Altai in Siberia. Sepolta nel permafrost, ha mantenuto non solo il suo corpo straordinariamente ben conservato ma anche i suoi tatuaggi: ‘Si tratta di un livello fenomenale di arte del tatuaggio. Incredibile. ’‘I tatuaggi più antichi sono stati trovati sull’uomo di ghiaccio nelle Alpi, ma si tratta solo di linee, non sono le immagini perfette e altamente artistiche che si possono vedere sui corpi dei Pazyryks‘ – la tribù nomade a cui la principessa probabilmente apparteneva. Parte di ciò che colpisce circa l’arte del corpo è il loro aspetto moderno e la zona scelta per farlo, che non è una coincidenza, dice Polosmak. Tutte le mummie ritrovate hanno un tatuaggio sulla spalla sinistra, una caratteristica che si attribuisce probabilmente alla struttura corporea di base – del resto la spalla sinistra è un posto notevole per mostrare un segno d’arte.

back to nicoladelverme.com